Animali, ben venticinque i primati a rischio estinzione

 

 

Animali, ben venticinque i primati a rischio estinzione

Brutte notizie per quanto riguarda la sopravvivenza di diverse specie di primati: secondo, infatti, il rapporto redatto dall'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) sono ben venticinque quelle a rischio rapida estinzione a causa della caccia, del commercio illegale e, ovviamente, delle deforestazioni.
Di queste dieci hanno dimora in Asia, cinque in Madascar e altrettante in Africa e Sudamerica.
Al primo posto c'è il Gibbone di Hainan di cui restano appena 25 esemplari in libertà.
Ma non va meglio al Lepilemure Settentrionale del Madagascar, con 50 esemplari, e al Presbite dalla Testa Dorata, con 60 esemplari.
Del Colobo Rosso del Fiume Tana si contano mille esemplari e il numero è in rapido declino, mentre dei Sifaka di Perrier ne rimangono tra i 1.700 e i 2.600 esemplari.
Ne rimangono, invece, meno di 350 di Maturi di Aluatta Bruna Settentrionale.
Ci sono poi tutta una serie di specie di cui non si conosce la popolazione, dal Tarsio delle Filippine al Vari Rosso, dall'Entello del Kashmir al Galagone di Rondo, di cui si sa solo che ha a disposizione un habitat di appena 100 chilometri quadrati.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: primati rischio estinzione, animali rischio estinzione, rapporto specie animali rischio

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons