Una nuova ricerca sostiene che la crescita del livello dei mari e' oramai inarrestabile

 

 

Una nuova ricerca sostiene che la crescita del livello dei mari e' oramai inarrestabile

Gli scienziati del United States National Center for Atmospheric Research e del Centre for Australian Weather and Climate Research sostengono che, nonostante le riduzioni a livello mondiale delle emissioni di carbonio, è molto probabile che l'innalzamento dell'acqua dei mari continui anche nei prossimi anni.
Se, infatti, è pur vero che il minor inquinamento atmosferico può aiutare a bloccare questa crescita, è altrettanto vero che questo fenomeno risulta ora inevitabile a causa dei devastanti aumenti di temperatura raggiunti negli ultimi trenta anni.
I ricercatori americani e australiani hanno scoperto, infatti, che l'industrializzazione ha riscaldato le acque dei mari del Pianeta ben al di sotto della loro superficie facendo sì che il calore sia ora "imprigionato" a profondità molto elevate.
A causa di queste profondità, il calore verrà dunque dissipato molto lentamente così che i livelli dei mari continueranno ad aumentare fino al prossimo secolo indipendentemente dal fatto che si riducano o meno le emissioni di Co2.
Tuttavia, una riduzione mondiale delle emissioni di carbonio potrebbe aiutare a contrastare il fenomeno motivo per il quale, in ogni caso, vale la pena impegnarsi su questo fronte.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: innalzamento livello mari, aumento temperatura mari, cambiamenti climatici, aumento livello oceani

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons