Una molecola potrebbe risolvere il problema del riscaldamento globale

 

 

Una molecola potrebbe risolvere il problema del riscaldamento globale

Alcuni scienziati hanno identificato con successo una molecola che riuscirebbe a purificare l'atmosfera terrestre convertendo gli agenti inquinanti in nitrati e solfati elementi grazie ai quali si formerebbero le nuvole.
Questa molecola, conosciuta anche come Intermedio di Criegee dal nome del chimico tedesco Rudolf Criegee che già nel lontano 1950 ne aveva teorizzato l'esistenza, sarebbe in grado di mutare le sostanze come il biossido di azoto (N2O4) e l'anidride solforosa (SO2) e altre molecole inorganiche in composti tra cui l'acido solforico (H2SO4) che stimolerebbero la formazione delle nubi.
La ricerca, pubblicata sulla rivista Science, è stata condotta da un team delle Università di Manchester e Bristol e dell'americano Sandia National Laboratories e pare abbia identificato le proprietà di questa molecola supponendo che con essa si possa raffreddare l'atmosfera e combattere il surriscaldamento globale.
Gli Intermedi di Criegee sono molecole presenti nell'atmosfera in grado di interagire degrandando pericolosi composti come il biossido di azoto, l'anidride solforosa (responsabili delle piogge acide) e altre molecole inorganiche, e sono prodotte a partire dai composti chimici rilasciati naturalmente dalle piante.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: effetto serra, molecola diminuzione temperatura terrestre, Intermedi Criegee,

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons