Una membrana avvolta attorno al cuore potrebbe sostituire i pacemaker

 

 

Una membrana avvolta attorno al cuore potrebbe sostituire i pacemaker

Rivoluzione nell'ambito dei sistemi per la stimolazione cardiaca, i così detti pacemaker.
I ricercatori della Università dell'Illinois di Urbana e della Washington University di St. Louis (negli Stati Uniti) hanno sviluppato una speciale membrana elastica, ovvero che si espande e si contrae come il cuore, che permette il controllo e la gestione ottimale del battito cardiaco e che potrebbe essere applicata direttamente attorno all'organo rivestendolo proprio come un guanto.
Un sistema meno invasivo dei pacemaker tradizionali che, grazie alla fitta rete di sensori ed elettrodi, permetterebbe anche un controllo pressoché totale del muscolo cardiaco.
Non solo: "Dopo un evento grave come un infarto o anche in caso di aritmia – ha detto Igor Efimov, ingegnere biomedico della Washington University - questa membrana consente un supporto terapeutico specifico di altissima precisione all'attività cardiaca così che si possa stimolare direttamente le parti interessate".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: pacemaker, membrana controllo battito cardiaco, futuro pacemaker, membrana stimolazione cardiaca

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons