Una cella microbica per trattare i rifiuti e intanto produrre grandi quantita' di energia

 

 

Una cella microbica per trattare i rifiuti e intanto produrre grandi quantita' di energia

Un team d'ingegneri della Oregon State University (Stati Uniti) ha realizzato una cella microbica a combustibile che è in grado di generare da 10 a 50 volte in più di elettricità dai rifiuti rispetto ad una di attuale concezione.
Proprio per questo motivo i ricercatori sperano che la loro invenzione non solo permetta agli impianti di trattamento dei rifiuti di autoprodursi l'energia elettrica a loro necessaria, ma anche di poterne immettere altra non necessaria direttamente in rete.
In particolare il team, guidato dalla professoressa Hong Liu, ritiene che la loro cella a combustibile potrebbe cambiare il modo in cui vengono trattate le acque reflue in tutto il mondo non solo perché grazie ad esse l'intero processo rimane efficace, ma si riesce a produrre una significativa quantità di energia.
"Se questa tecnologia funziona su una scala reale come crediamo sarà, il trattamento delle acque reflue potrebbe trasformarsi da costo in un gigantesco sistema di produzione di energia" afferma la professoressa Liu Hong "con anche il vantaggio di avere un impatto fortissimo in tutto il mondo da un lato salvaguardando una grande quantità di denaro, dall'altro fornendo un trattamento delle acque ancora migliore che sa anche promuovere la sostenibilità dal punto di vista energetico".
Un aspetto quest'ultimo da non sottovalutare assolutamente visto che si è calcolato che, nei soli Stati Uniti, circa il 3% dell'energia elettrica consumata è usata per trattare proprio le acque reflue e di questa la maggior parte è prodotta con combustibili fossili che, si sa, contribuiscono al riscaldamento globale del Pianeta.
A tutti questi vantaggi si deve anche aggiungere che, grazie a queste celle microbiche, vengono totalmente azzerati quei residui del trattamento effettuato con altre tecnologie che producono solfuro di idrogeno o metano.
Non cantiamo comunque vittoria prima del previsto: al momento il sistema è stato sperimentato con successo solo in laboratorio, motivo per il quale la Liu ha già anticipato una fase di test sul campo magari in un impianto di trasformazione di prodotti alimentari, ovvero in un sistema ben definito che genera un flusso costante di alcuni tipi di acque di scarico.
Come dire: proseguiamo per gradi, ma andiamo avanti...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: cella microbica a combustibile, trattamento rifiuti, trattamento acque reflue, cella combustibile

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons