Toyota sviluppa due nuove batterie al litio super efficienti e meno ingombranti

 

 

Toyota sviluppa due nuove batterie al litio super efficienti e meno ingombranti

Le odierne batterie agli ioni di litio, si sa, oltre ad essere costose, sono anche ingombranti.
Il problema sta nel fatto che, utilizzando elettroliti liquidi, più della metà della loro dimensione serve a materiali isolanti destinati a proteggere e raffreddare i componenti che purtroppo non possono immagazzinare energia.
Per risolvere questi due aspetti, che inevitabilmente frenano la diffusione della mobilità elettrica, Toyota sta sviluppando due nuovi tipi di batterie ultra-efficienti con cui alimentare i propri veicoli elettrici.
In particolare, i ricercatori del colosso giapponese dell'auto stanno sperimentando batterie al litio solide e altre con tecnologia litio-aria le quali, entrambe, promettono di essere più compatte ed efficienti in termini di capacità d'accumulo dell'energia.
Nel caso delle prime, utilizzando miscele elettrolitiche ed elettrodi solidi, si riuscirebbe a collegare le celle le une alle altre senza doverle isolare separatamente col conseguente vantaggio di ridurre considerevolmente la dimensione finale della batteria.
Nel caso di quelle litio-aria, che utilizzano l'ossigeno come materiale catodico attivo, sembra, invece, che il potenziale d'accumulo in termini d'energia sia addirittura di 50 volte in più rispetto alle attuali batterie al litio.
Su quali delle due tecnologie Toyota si concentrerà ancora non è dato sapersi, vero però è che la Casa automobilistica intende dotare le sue automobili con una di queste entro il prossimo 2020.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: batterie litio, batterie litio solide, batterie litio-aria, Toyota

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons