Torna il vuoto a rendere, ma questa volta lo si fa con le bottiglie in plastica

 

 

Torna il vuoto a rendere, ma questa volta lo si fa con le bottiglie in plastica

Dopo un primo test effettuato con successo ad Alessandria e Valenza dove in meno di due anni sono state raccolte oltre tre milioni di bottiglie, riparte da Piacenza la corsa di Ecobank, il rivoluzionario macchinario per la raccolta differenziata che sfrutta il principio del vuoto a rendere per riconoscere un bonus in Euro a chi restituisce le bottiglie in plastica PET.
Nei punti vendita Coop di Cortemaggiore, Borgonovo e Piacenza, infatti, sono state installate delle nuove versioni del macchinario che, pur mantenendo la caratteristica fondamentale della precedente versione, ovvero il riconoscimento della bottiglia attraverso il codice a barre e l'erogazione di un bonus in denaro, non necessita di vasche sotterranee per la raccolta dei vuoti.
Il progetto è stato avviato grazie alla collaborazione tra Iren Emilia, società multi utilities per le provincie di Piacenza, Parma e Reggio Emilia, e Coop Eridania e intende promuovere non solo la raccolta differenziata, ma anche il consumo di prodotti del territorio.
I bonus in denaro, infatti, possono essere utilizzati per l'acquisto di acqua minerale AltaValle, azienda del territorio piacentino tra le prime in Italia ad utilizzare bottiglie in plastica riciclata per la distribuzione del proprio prodotto.

Vai all'area video per vedere il filmato





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons