Tasse ambientali: l'Italia al di sopra della media europea

 

 

Tasse ambientali: l'Italia al di sopra della media europea

Secondo i dati riferiti diffusi da Eurostat, nel 2008 in Italia le tasse ambientali (in particolare per quanto riguarda l'energia) hanno raggiunto quota 2,4% del prodotto interno lordo, contro una media europea del 2,3%. In ogni caso consoliamoci perchè c'è chi è riuscito a fare peggio di noi: è il caso di Portogallo dove le imposte ambientali rappresentano il 2,6 del PIL e della Danimarca dove si è arrivati addirittura al 5,7%.

In particolare, per quanto riguarda il nostro Paese, è l'energia ad avere il peso maggiore sulle tasse ambientali con il 78,3% (contro il 72% della media europea), a cui seguono i trasporti (20% contro il 23% in UE) e le imposte per l'inquinamento e le risorse (1,3% in Italia contro il 4,9% della media europea).





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons