Svolta verde per lo storico grattacielo di Rimini

 

 

Svolta verde per lo storico grattacielo di Rimini

Alto 101 metri e mezzo, con i suoi 27 piani e i 187 appartamenti, il grattacielo di Rimini è stato costruito in tre anni tra il 1957 e il 1960 ed ha sempre rappresentato uno dei simboli della ricostruzione e del boom economico del secondo dopoguerra.
Orbene, dopo oltre mezzo secolo di onorata carriera, sono state mandate in pensione le caldaie alimentate a olio combustibile dello storico edificio.
A sostituirle, infatti, sono stati installati impianti di ultima generazione alimentati a metano, in linea con le tabelle d'emissione dell'Agenzia Nazionale per la Protezione dell'Ambiente.
"Sdoganare il grattacielo - ha commentato Jamil Sadegholvaad, Assessore alla Sicurezza e alle Attività produttive del Comune di Rimini - significa per la nostra città simbolicamente sottolineare un cambio di rotta e di cultura in cui la cultura della rendita e della costruzione quantitativa si sposa con la cultura della rigenerazione e della riqualificazione dell'esistente".
E ha aggiunto: "Non si tratta solo un innalzamento della qualità di vita dei luoghi in cui abitiamo, ma questa idea porta con sé un nuovo modello che produce economia, ricchezza e benessere".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: riduzione impatto ambientale grattacielo rimini, cambio caldaie grattacielo rimini, grattacielo rimini

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons