Sprechi alimentari: nel 2010 le famiglie italiane hanno gettato nella spazzatura  oltre 450 euro

 

 

Sprechi alimentari: nel 2010 le famiglie italiane hanno gettato nella spazzatura oltre 450 euro

Rispetto per l'ambiente significa anche evitare gli sprechi e, fortunatamente, sembra che le famiglie italiane ne siano sempre più coscienti. Almeno è quanto emerge da un'indagine dell'ADOC, l'Associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatori, che ha stimato che, nel 2010, sono finiti nella spazzatura cibi e alimenti per un valore di circa 450 euro a nucleo familiare, valore in calo rispetto all'anno precedente quando lo spreco ammontava addirittura a 515 euro.

I cibi più sprecati? Sicuramente quelli freschi come pane (19%), frutta e verdura (16%), ma sono cresciuti anche i prodotti in busta e degli affettati. Tra le cause principali rilevate dall'indagine dell'ADOC per questa cattiva abitudine, invece, ci sono le promozioni che con l'illusione del risparmio spingono all'acquisto di un quantitativo di prodotto superiore al necessario e le confezioni troppo grandi in relazione a chi deve consumare il prodotto. E questo è un problema reale visto il crescente numero dei nuclei famigliari composti da singole persone.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: alimentazione biologica, alimenti biologici, prodotti biologici, bio, agricoltura biologica, ecologia, ambiente, km zero, ogm

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons