Sensibilita' ambientale: gli italiani? Ecologisti solo a parole...

 

 

Sensibilita' ambientale: gli italiani? Ecologisti solo a parole...

Il sociologo Enrico Finzi, curatore dell'indagine condotta per l' Osservatorio Edison sugli italiani e l'energia, con 1.071 interviste su un campione rappresentativo di 34,1 milioni di nostri concittadini tra i 25 e 65 anni, ha rilevato che l'Italia è un Paese di ecologisti dichiarati che adotta comportamenti assolutamente contraddittori.

Secondo la ricerca, gli italiani prediligono le fonti rinnovabili, come il solare (64%), l'eolico (63%) e l'energia idroelettrica (52%), mentre in pochi scelgono le fonti tradizionali come il petrolio (1,7%), il carbone (8%) e il metano (25%).

Questo perchè le energie ricavate da vento, acqua e sole sono più ecologiche. Ma tutto ciò detto non si rispecchia nei comportamenti quotidiani: dall'uso delle lampadine a basso consumo al car pooling, all'utilizzo attento degli elettrodomestici. Ben il 38% degli italiani, infatti, non adotta alcun comportamento ecosostenibile, mentre il 27% s'impegna ma senza troppa convinzione.

Il problema è comunque che, in tema di energia, siamo anche poco informati: ad esempio, è preferita l'energia eolica e solare perchè, a parte le motivazioni ambientali, si tratta di energia "conveniente". In realtà, queste energie senza i sussidi sarebbero assolutamente antieconomiche.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons