Scienziati canadesi scoprono un gas serra 7 mila volte più dannoso della CO2

 

 

Scienziati canadesi scoprono un gas serra 7 mila volte più dannoso della CO2

Inquietante la scoperta fatta dagli scienziati del Dipartimento di Chimica all'Università canadese di Toronto che hanno rilevato la presenza nell'atmosfera terrestre di un nuovo micidiale gas serra che, a quanto pare, ha un effetto 7mila volte più elevato rispetto all'anidride carbonica.
Tecnicamente si chiama Perfluorotributilammina e la sua sigla è PFTBA.
Questo gas non esiste in natura, è dunque frutto dell'ingegno umano che lo ha utilizzato dalla metà del XX secolo per svariate applicazioni, tra cui la costruzione di dispositivi elettrici, ed è ancora oggi impiegato in diversi liquidi ad uso industriale per testare le apparecchiature elettroniche.
Al momento, dicono i ricercatori, "non sono noti processi capaci di rimuovere o distruggere il PFTBA nella bassa atmosfera e per questo ha un tempo di permanenza davvero alto, nell'ordine delle centinaia di anni".
Caratteristica che associata alla efficienza radiativa molto elevata fa sì che la Perfluorotributilammina abbia un potenziale impatto sul riscaldamento globale molto alto tanto che, calcolato su una finestra temporale di 100 anni, che è la vita media del gas, una singola molecola di Perfluorotributilammina ha lo stesso impatto sul riscaldamento globale di 7.100 molecole di anidride carbonica.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: Perfluorotributilammina, gas serra, nuovo gas serra, PFTBA

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons