Salvaguardia del territorio: in Toscana stop agli impianti selvaggi

 

 

Salvaguardia del territorio: in Toscana stop agli impianti selvaggi

A salvaguardia del paesaggio rurale e dell'agricoltura, una delibera approvata dalla Giunta Regionale della Toscana vieta l'installazione di impianti fotovoltaici nelle aree di pregio, ma anche in quelle agricole Dop, Doc, Docg e Igp.

La delibera, firmata dai tre assessori all'ambiente e energia Anna Rita Bramerini, al governo del territorio Anna Marson e all'agricoltura Gianni Salvadori, principalmente pone un limite alla diffusione in area agricola di impianti fotovoltaici di grandi dimensioni (cioè quelli superiori ai 200 kw) favorendo gli impianti di piccola dimensione (da 5 kw a 20 kw) e media dimensione (da 20 kw a 200 kw), e privilegiando la funzione di integrazione del reddito agricolo.

"Le produzioni di qualità dell'agricoltura toscana ed il suo paesaggio rurale - sottolinea l'assessore all'agricoltura Gianni Salvadori - sono il biglietto da visita della Toscana nel mondo, una delle maggiori attrattive del turismo nella nostra regione e una delle principali voci dell'export agroalimentare. Era del tutto logico e coerente con la politica di tutela e valorizzazione del territorio e delle produzioni agroalimentari di qualità andare nella direzione assunta con questa delibera".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons