Rifiuti: il sacchetto del pane diventa contenitore per la raccolta dell'umido

 

 

Rifiuti: il sacchetto del pane diventa contenitore per la raccolta dell'umido

"Un sacco bello" è l'iniziativa promossa dal comune di Zola Predosa, in provincia di Bologna, grazie alla quale, per la prima volta in Italia, sarà possibile utilizzare i classici sacchetti del pane distribuiti dai commercianti anche per la raccolta differenziata dei rifiuti organici. I sacchetti, infatti, sono realizzati con speciale carta, rinforzata e traspirante, a tenuta di liquidi, caratteristiche queste che impediscono al rifiuto umido di fermentare, prevengono la formazione di cattivi odori e lo trasformano in un ottimo prodotto per il compostaggio domestico.

Il progetto, permette di raggiungere due obiettivi: da un lato promuovere la raccolta differenziata dell'organico e dall'altro ridurre a monte la produzione di rifiuti, giacchè consente di utilizzare meno sportine di plastica.

Un obiettivo quest'ultimo che è sostenuto anche dall'altra iniziativa avviata dal Comune di Zola Predosa denominata "Porta la sporta" che prevede la messa in vendita, presso gli esercizi convenzionati e lo sportello del cittadino in Municipio, di borse shopper al simbolico costo di 1 euro il cui ricavato sarà destinato al conto anticrisi voluto dal Comune.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: alimentazione biologica, alimenti biologici, prodotti biologici, bio, agricoltura biologica, ecologia, ambiente, km zero, ogm

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons