Rifiuti elettrici abbandonati: in Italia una vera piaga

 

 

Rifiuti elettrici abbandonati: in Italia una vera piaga

In appena 4 mesi, sono state scattate oltre 400 fotografie che immortalano il degrado del Bel Paese dove i rifiuti elettrici vengono più spesso abbandonati, piuttosto che portati in discarica.
A mettere il dito in questa assurda piaga ci hanno pensato il Ecodom (il Consorzio Italiano per il Recupero e il Riciclaggio degli Elettrodomestici) e Legambiente che insieme hanno dato vita a Raeeporter, una campagna di sensibilizzazione sul corretto trattamento di questi rifiuti grazie alla quale è stato documentato il degrado.
Frigoriferi, lavatrici, condizionatori e ogni altro tipo di elettrodomestici non più funzionanti vengono tranquillamente abbandonati ovunque, dal ciglio delle strade, ai campi, sulle spiagge e nelle discariche abusive.
Si tratta di un fenomeno assurdo che non solo deturpa il paesaggio, ma ha risvolti preoccupanti anche sul fronte dell'inquinamento ambientale visti i materiali con cui sono costruiti questi apparecchi (pensiamo, ad esempio, ai gas presenti nei circuiti refrigeranti dei frigoriferi o dei condizionatori o anche alle particolari schiume isolanti ricche di sostanze che contribuiscono all'aumento del buco nell'ozono).
A guidare l'incivile degrado la Sicilia con 80 eco segnalazioni, seguita dalla Lombardia con 63, poi la Campania con 50, l'Emilia-Romagna con 37 e la Toscana con 35. Insomma un vero e proprio scempio che ci auguriamo possa, prima o poi, terminare.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons