Ricercatori sviluppano biocarburanti cosi' potenti da poter alimentare anche un jet

 

 

Ricercatori sviluppano biocarburanti cosi' potenti da poter alimentare anche un jet

Entro breve tempo anche i gli aerei potrebbero essere alimentati interamente a biocarburanti prodotti grazie ai vegetali.
A sostenerlo un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Nature che descrive una nuova tecnica sviluppata da ricercatori della UC Berkeley (in California, Stati Uniti) che sono riusciti a produrre un innovativo biocarburante (il così detto Amped) abbastanza potente per trovare impiego anche in aviazione.
Si tratta, infatti, di un carburante fino a dieci volte più potente dei normali biocarburanti e che viene ottenuto in due fasi da con una fermentazione batterica e un processo di catalisi chimica.
Nella fattispecie, durante la prima fase gli zuccheri vegetali sono fatti fermentare utilizzando il batterio Clostridium Acetobutylicum per ottenere etanolo.
Nella seconda fase, poi, attraverso un processo di catalisi chimica ogni molecola di etanolo viene arricchita di carbonio così che il biocarburante diventa performante tanto e quanto un normale propellente di origine petrolchimica.
Ora per i ricercatori si tratta solo (si fa per dire) di riuscire a sviluppare questa tecnologia su scala industriale e commerciale.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: biocarburanti aviazione, biocarburanti aereoplani, biocarburanti jet, biocarburanti potenti

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons