Ricercatori australiani e giapponesi insieme per sviluppare pannelli solari ecologici ed efficienti

 

 

Ricercatori australiani e giapponesi insieme per sviluppare pannelli solari ecologici ed efficienti

Un team congiunto di ricercatori australiani e giapponesi sta lavorando insieme per sviluppare pannelli solari che non utilizzano materiali ed elementi tossici come, ad esempio, cadmio e piombo.
Al loro posto i ricercatori stanno utilizzando, invece, rame e antimonio, due elementi che hanno una bassa tossicità e sono abbondanti in natura.
Non solo: nel corso delle loro ricerche, il team è riuscito a sintetizzare in nano cristalli tetraedrite e famatinite rame solfuro di antimonio.
Sorvolando sull'aspetto puramente scientifico di questi elementi, va detto che sono due i grandi vantaggi offerti dalla scoperta: il primo la notevole capacità di assorbimento da parte di questi nano cristalli dello spettro solare sia visibile sia vicino agli infrarossi.
La seconda che questi nano cristalli semiconduttori a bassa tossicità potrebbero essere economicamente applicati in film sottili così che, potenzialmente, potrebbero rappresentare una svolta non di poco conto nello sviluppo delle celle solari di prossima generazione.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: pannelli solari ecologici, celle solari prossima generazione, efficienza pannelli solari, celle solari ecologiche

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons