Prodotti green: cellulari in biomateriali e metalli riciclati

 

 

Prodotti green: cellulari in biomateriali e metalli riciclati

La Nokia ha annunciato che in nuovi modelli dei propri cellulari saranno prodotti con biovernici e bioplastiche per le scocche e materiali riciclati per ridurre l'impatto ambientale. Un completo approccio "green" che la casa finlandese ha avviato già dal 2006 con un programma che è in continua evoluzione.

Il Nokia C7 sarà il primo cellulare a usare biovernici, mentre l'E7 avrà le parti strutturali in plastica e l'N8 è realizzato fino al 49% con bio plastiche, a base di oli vegetali anzichè di petrolio greggio e per questo hanno un impatto ambientale molto più basso. E non finisce qui: il Nokia C6-01, invece, ha le parti di acciaio inossidabile realizzate al 75% con materiale riciclato, mentre nelle parti che prevedono l'utilizzo di una lega di rame, nichel e zinco la percentuale di matalli riciclati arriva al 98%.

Tutti i modelli comunque non contengono il PVC, i BFR (ritardanti di fiamma bromurati) e i RFR (composti bromurati, clorurati e triossidi di antimonio). Inoltre, Nokia ha espresso la sua filosofia "verde" anche in altre direzioni come i risparmi legati all'introduzione di packaging compatti. In questo modo, non solo ha ridotto l'uso di carta di 100.000 tonnellate, ma ha dimezzato i mezzi sulle strade e ha portato a un beneficio di circa 500 milioni di euro in soli due anni.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons