Potrebbero presto iniziare i lavori per la costruzione della prima città galleggiante del mondo

 

 

Potrebbero presto iniziare i lavori per la costruzione della prima città galleggiante del mondo

A quanto pare, sembra proprio che in America qualcuno ci creda davvero.
Di cosa stiamo parlando? Ma della Freedom Ship, ovvero dell'immane progetto di costruire la prima città galleggiante del mondo, un colosso di 25 piani con scuole, alberghi, ospedali, parchi, casinò, gallerie d'arte e persino un aeroporto dove potrebbero vivere in pianta stabile 50 mila persone, mentre altre 30 mila potranno essere ospitate.
Una gigantesca nave lunga quasi un chilometro e mezzo, ovvero oltre quattro volte la Oasis of the Seas, ad oggi il più imponente transatlantico del mondo con una stazza di oltre 225 mila tonnellate e una lunghezza di più di 360 metri.
Dal momento che la città galleggiante sarà troppo grande per entrare in qualsiasi porto, la Freedom Ship si sposterà molto poco (dal quartier generale della Freedom Ship International Inc. , società armatrice, si dice solo ogni due anni) e per farlo utilizzerà esclusivamente l'energia prodotta con fonti rinnovabili che soddisferanno anche il normale fabbisogno della città.
Il costo? Qualcosa vicino ai 10 miliardi di dollari per la realizzazione dell'intero progetto.
A noi però sovviene una domanda: al di là di racimolare tutti questi soldi, ne vale davvero la pena?





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: città galleggiante, Freedom Ship, progetto realizzazione città galleggiante

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons