Più traffico = più allergie

 

 

Più traffico = più allergie

Da un'indagine condotta dall'Unità di Epidemiologia Ambientale Polmonare dell'Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Pisa, insieme con altri due istituti CNR, risulta che chi risiede vicino a strade con intenso traffico veicolare è più soggetto a disturbi respiratori e allergici.
In particolare, corrono un rischio doppio, rispetto a persone non esposte, coloro che vivono a cento metri da una strada molto trafficata.
La ricerca ha, inoltre, evidenziato quelli che sono i rischi più significativi in percentuale: oltre il 76% è il rischio di avere sibili persistenti, dell'80% di soffrire di bronco pneumopatia cronico ostruttiva e del 107% di avere una ridotta funzionalità polmonare, tra i maschi; del 61% di avere dispnea, dell'83% di avere positività ai test allergometrici, del 68% di avere una diagnosi di asma e del 67% di avere attacchi di difficoltà di respiro con sibili, tra le donne.
Naturalmente, i rischi di avere sintomi e malattie respiratorie diminuiscono con l'allontanarsi dalle strade altamente trafficate.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: eco bellezza; biocosmetici, biocosmesi, terme, prodotti termali, ambiente, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons