Pannelli solari bifacciali per produrre fino al 50% di energia in piu'

 

 

Pannelli solari bifacciali per produrre fino al 50% di energia in piu'

Le comuni celle fotovoltaiche, si sa, sono in grado produrre energia solo da un unico lato del pannello, quello rivolto verso il sole.
Ora, però, un'azienda israeliana, la bSolar, ha ideato un pannello solare bifacciale che, sfruttando la luce riflessa come ad esempio dal tetto o da terra, è in grado di aumentare la quantità di energia prodotta fino al 50% in più.
Il segreto di questa performance starebbe nel boro utilizzato per le celle solari (in silicio monocristallino) al posto dell'alluminio opaco che consente loro di catturare la luce indiretta.
Solo con questo "escamotage" stando ad una nota dell'azienda si riuscirebbe a produrre dal 10 al 30% di energia elettrica in più sulle superfici piane, valore che arriverebbe sino al 50% per le installazioni verticali quali recinzioni o le barriere antirumore lungo le autostrade.
Non solo: al di là di una maggiore efficienza, la bSolar sostiene anche che i suoi pannelli solari bifacciali sono anche molto più economici rispetto a quelli sviluppati in passato e che il boro, oltre ad una maggiore efficienza, migliora anche la durevolezza.
Solo teoria? Sembra proprio di no visto che bSolar fornirà questi suoi nuovi pannelli per un progetto fotovoltaico da 730 KW di prossima costruzione in Giappone.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: pannelli solari bifacciali, pannelli solari double faces, celle solari boro

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons