Nelle fogne una miniera ricca d'oro, argento e altri metalli preziosi

 

 

Nelle fogne una miniera ricca d'oro, argento e altri metalli preziosi

Chi lo avrebbe mai detto che nelle fogne si nasconde un ingente tesoro di oro, argento e altri metalli preziosi come il palladio e il vanadio?
Ad affermarlo Kathleen Smith dell'Agenzia per la Sorveglianza Geologica degli Stati Uniti che, in occasione del meeting della American Chemical Society svoltosi a Denver (in Colorado), ha anche proposto di iniziare a recuperare questo prezioso tesoro con il doppio vantaggio di poterlo nuovamente utilizzare e di evitarne la dispersione nell'ambiente.
"Ci sono i metalli ovunque - ha spiegato Smith - nei prodotti per la cura dei capelli o anche nei detergenti. Nanoparticelle sono inserite anche nei calzini per evitare i cattivi odori".
Qualunque sia la loro origine, tutti questi metalli finiscono il più delle volte per essere dispersi attraverso gli scarichi domestici e raccolti negli impianti di trattamento delle acque reflue.
Dopo di che, però, vengono o destinati all'incenerimento oppure dispersi nell'ambiente perché mischiati al materiale fertilizzante prodotto durante il processo di trattamento delle acque.
Partendo da questa idea-guida i ricercatori americani hanno svolto approfondite indagini sui materiali raccolti negli impianti di trattamento delle acque di numerose città americane e scoperto che al loro interno si nascondo delle vere miniere di oro, argento, rame e materiali rari come il vanadio.
I livelli sono tali, spiegano i ricercatori, che potrebbero essere estratti senza grandi difficoltà usando le attuali tecniche industriali di estrazione mineraria.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: metalli preziosi nelle fogne, oro argento palladio vanadio nelle fogne, recuperare metalli preziosi dalle fogne

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons