Nel Regno Unito illuminazione stradale intelligente che diminuisce col diminuire del traffico

 

 

Nel Regno Unito illuminazione stradale intelligente che diminuisce col diminuire del traffico

Indubbiamente se l'illuminazione delle strade è un requisito fondamentale per ogni città sia in termini di sicurezza sia di "decorazione", vero è anche che il consumo energetico per avere questi "vantaggi" rappresenta una voce di spesa che grava sulle tasche delle amministrazioni (dunque dei cittadini), ma che è anche una fonte d'inquinamento non indifferente, soprattutto perché, il più delle volte, molti lampioni rimangono accesi per tante ore senza una vera necessità.
Ad ogni modo, al di là di queste considerazioni, questa volta vogliamo parlare nello specifico dell'illuminazione pubblica lungo le arterie di grande comunicazione e le autostrade e, in particolare, della scelta del governo britannico di ridurre in modo drastico, ma ponderato, anche questo genere di spreco energetico.
Ma come? Non certo evitando di accendere i lampioni che, tra l'altro, aiutano i conducenti nella guida notturna permettendo loro di vedere meglio, ma accendendoli in modo "intelligente" ovvero limitando la loro accensione e l'intensità della luce emessa solo quando ce ne è effettivamente bisogno, come nelle ore di punta quando, ad esempio, il traffico è più intenso.
In effetti si tratta di un progetto per certi aspetti molto semplice, ma decisamente sensato: perché sprecare inutilmente energia quando non serve? Non lo facciamo in casa, allora perché dovremmo permetterlo altrove?
Pensate che il progetto fino a oggi ha riguardato una tratta test di appena 130 chilometri circa, ma il Governo ha già stabilito di estenderlo ad altri 3.500 chilometri di strade veloci; è quindi facile capire la portata dell'iniziativa.
Ma al di là del risparmio di quattrini e di emissioni di CO2, c'è un altro grande vantaggio in questa operazione: una sostanziale riduzione anche dell'inquinamento luminoso che tanto disturba gli animali (soprattutto i volatili) e che, moltissime volte, ci impedisce di ammirare il cielo stellato che sta proprio sopra le nostre teste.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: risparmio energetico, risparmiare energia elettrica, illuminazione pubblica, taglio consumi energia

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons