Nel 2012 più carbone e meno energie rinnovabili

 

 

Nel 2012 più carbone e meno energie rinnovabili

Il Gestore dei Servizi Energetici, più spesso conosciuto semplicemente con il nome di GSE, ha appena pubblicato i dati relativi al 2012 sul mix energetico in Italia ovvero sulla composizione delle fonti di produzione dell'energia elettrica distribuita nel nostro Paese.
Orbene, il mix utilizzato per la produzione dell'energia elettrica immessa nel sistema elettrico italiano era composto per il 35,2% dalle fonti rinnovabili, per il 14,9% dal carbone, per il 40,6% dal gas naturale, dall'1,3% dai prodotti petroliferi, per l'1,9% dal nucleare e per il 6,1% da altre fonti.
Letti in questo modo sembrerebbe tutto molto incoraggiante e così sarebbe se non fosse che nel corso 2012 la percentuale di carbone e nucleare è aumentata rispetto all'anno precedente a fronte di un lieve calo della percentuale di energia prodotta con rinnovabili e gas naturale.
A questo proposito, secondo GSE per quanto riguarda il dato relativo alle fonti rinnovabili, la diminuzione percentuale sarebbe "da attribuirsi al mancato contributo di Garanzie di Origine Estere, afferenti ad energia elettrica importata, e nonostante la produzione nazionale di energia elettrica immessa in rete da fonte rinnovabile abbia registrato nel corso del 2012 un incremento, rispetto al 2011, di circa il 2%, pari a circa 80 TWh".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: composizione energia elettrica Italia, mix energetico Italia, energie rinnovabili, carbone energia Italia

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons