Lotta all'inquinamento: pioggia artificiale per ridurre i livelli di emissioni nocive nell'aria

 

 

Lotta all'inquinamento: pioggia artificiale per ridurre i livelli di emissioni nocive nell'aria

Sopra i cieli di Teheran si sono alzati in volo cinque aerei la cui missione è alquanto insolita: "bombardare" d'acqua i quartieri più inquinati della capitale iraniana. Lo scopo? Tentare di riportare la qualità dell'aria a livelli accettabili dopo che, ai primi di dicembre, il Ministero della Salute iraniano aveva imposto la circolazione a targhe alterne delle auto e aveva deciso di chiudere per due giorni banche, uffici pubblici e università.

Dal Ministero fanno sapere che ciascun aereo è in grado di far cadere sulla città 2.000 litri d'acqua ogni volta che si alza in volo.

La causa principale dell'inquinamento a Teheran è senza dubbio la marea di auto antiquate che quotidianamente si riversa nelle strade della metropoli creando giganteschi ingorghi.

A peggiorare il quadro ambientale già disastroso, si aggiungono i gas emessi dalle fabbriche in periferia che contribuiscono a rendere l'aria irrespirabile.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons