Londra 2012: anche le Olimpiadi si tingono di… verde

 

 

Londra 2012: anche le Olimpiadi si tingono di… verde

I lavori per le Olimpiadi di Londra 2012 procedono a spron battuto, compreso il Parco Olimpico la cui consegna avverrà rispettando i tempi e i budget e che verrà ricordato anche perché, per la prima volta nella storia dei Giochi, aprirà la strada anche alla sostenibilità.
A riferirlo il Comitato Olimpico di Londra 2012 che dice anche che l'impronta ecologica dell'impianto ha rappresentato il criterio fondamentale al centro di tutte le scelte per la costruzione, dalla fase di progettazione, alla scelta dei materiali così come delle aziende appaltatrici.
Fatto sta che queste accurate metodologie operative hanno permesso di risparmiare all'ambiente qualcosa come 100 mila tonnellate di carbonio.
Ad esempio, per la costruzione dei vari impianti sportivi è stato utilizzato cemento con un alto contenuto di materiale riciclato, mentre quasi tutti gli altri materiali sono stati consegnati via ferrovia o via fiume e quando è stato possibile si sono riciclati tutti i rifiuti prodotti nei cantieri.
Nonostante tutto, però, "c'è ancora molto da fare - ha affermato Paul Deighton, Amministratore Delegato di LOCOG, la società responsabile dei lavori -, ma siamo sulla buona strada per raggiungere un risultato davvero fantastico".
Che modesti questi inglesi...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons