Le auto senza conducente di Google pronte a sbarcare a New York

 

 

Le auto senza conducente di Google pronte a sbarcare a New York

Il futuro dei trasporti pubblici è già qui, o meglio a New York, perché il sindaco della megalopoli americana, Bill de Blasio, ha firmato con Google il contratto per portare in città, entro l'anno prossimo, 5 mila auto ibride senza conducente che saranno adibite a servizio taxi.
Da quanto si sa ciascuna Zippie (così sono chiamati i nuovi taxi) sarà tecnologicamente molto evoluta non solo per gli ovvi motivi legati alla sicurezza (per gli scettici va detto che le auto di Google sono già state omologate nello stato del Nevada), ma anche per il comfort che offrirà ai passeggeri che avranno a loro disposizione: bancomat, distributori automatici di cibo e bevande, ma anche di cosmetici e preservativi, piuttosto che sistemi multimediali di intrattenimento.
Ma come funzionerà il servizio? Nella sostanza niente cambierà nelle abitudini dei newyorkesi che potranno fermare il taxi direttamente in strada con il consueto gesto della mano che sarà riconosciuto da sofisticati sensori montati sul tetto della vettura.
Oppure potranno prenotare la loro corsa via internet grazie all'apposita applicazione che sarà presto lanciata, o ancora pigiare uno dei 50 mila pulsantoni rossi +1 (simbolo di Google) che saranno disseminati per la città.
Una volta a bordo del veicolo, poi, non sarà necessario conoscere l'inglese per comunicare la destinazione: il sistema vocale di Google è, infatti, già in grado di parlare e riconoscere ben 80 lingue!
Sul fronte delle prestazioni, si dice poi che i nuovi taxi senza conducente saranno addirittura più veloci di quelli tradizionali di ben il 50%.
Unico neo? Il costo di una corsa che dovrebbe essere più alto del 20%, ma almeno non si deve lasciare la mancia all'autista!





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: auto Google senza conducente, taxi Google senza autista, taxi senza conducente New York

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons