La membrana che grazie alle nanotecnologie riesce a separare l'acqua dal petrolio

 

 

La membrana che grazie alle nanotecnologie riesce a separare l'acqua dal petrolio

Ricercatori della Ohio State University (negli Stati Uniti) hanno progettato e stanno sperimentando una speciale membrana in acciaio che, stando alle anticipazioni riportate dal sito Phys.org, grazie all'utilizzo delle nanotecnologie sarebbe in grado di filtrare completamente l'acqua inquinata da oli quali il petrolio ad esempio, separando i due elementi.
In pratica questa membrana permette solo all'acqua di passarvi attraverso, l'olio invece rimane imprigionato e può essere a sua volta raccolto.
Al momento non si conoscono ufficialmente altre informazioni e dati di questa invenzione.
Vero però è che, se i ricercatori riusciranno a metterla a punto e a renderla funzionante anche dal punto di vista del concreto utilizzo, questa scoperta consentirebbe di compiere passi da gigante sul fronte delle tecniche di disinquinamento da fuoriuscite di petrolio che costantemente mettono in pericolo sia la fauna selvatica sia l'ambiente.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: membrana filtrare acqua petrolio, nanotecnologie lotta inquinamento da petrolio, inquinamento marino, inquinamento oceani da petrolio

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons