L'energia piezoelettrica e i progressi dei ricercatori coreani...

 

 

L'energia piezoelettrica e i progressi dei ricercatori coreani...

Dopo aver annunciato lo scorso anno la creazione del primo nanogeneratore piezoelettrico al mondo, un team di ricercatori del Corea Advanced Institute of Science and Technology hanno comunicato di averne sviluppata una nuova più efficiente versione che, oltretutto, potrebbe essere prodotta ad un costo più basso oltre ad essere anche di più facile realizzazione.
Come altre volte abbiamo detto, i materiali piezoelettrici sono quelli in grado di convertire le vibrazioni e le forze meccaniche in corrente elettrica, proprietà che è stata utilizzata sino ad oggi in pochi diversi ambiti (ad esempio per creare trasduttori e microfoni dalla qualità decisamente superiore) e sono balzati alla cronaca quando sono stati applicati nelle scarpe e in vestiti.
Il nuovo materiale riesce a generare una densità di potenza molto più elevata rispetto altri dispositivi con una struttura simile e ottiene circa il 7% di conversione di efficienza energetica.
Per essere chiari, se venisse incorporato in un paio di scarpe, una persona semplicemente camminando potrebbe generare circa 3 watt, abbastanza per alimentare un iPad 2.
Visto così sembrerebbe un'invenzione poco significativa, ma se invece si guardano le cose da un'angolazione differente tutto cambia: provate infatti ad applicarla in ambito medico su biosensori, dispositivi medici, di monitoraggio ambientale e della salute e così via e vedrete che non si tratta assolutamente di una cosa di poco conto...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: energia piezoelettrica, ricerche coreane energia piezoelettrica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons