L'autunno e' la stagione del turismo ecologico

 

 

L'autunno e' la stagione del turismo ecologico

Nei mesi autunnali rispetto alle mete tradizionali si registra un aumento in percentuale del turismo ecologico, legato cioè alla natura in montagna, nei parchi e nelle campagne, con una crescita che gli ha permesso di raggiungere in Italia il valore di oltre 10 miliardi all'anno. è quanto afferma la Coldiretti, in riferimento alle stime dell'ISTAT, nel sottolineare che ad apprezzare l'autunno sono soprattutto gli amanti della tranquillità che vogliono riposarsi a contatto con la natura con lunghe passeggiate nei boschi, ma anche gustare i sapori dell'enogastronomia locale.

Un interesse riscuotono i centri minori dove i buongustai possono approfittare delle tradizionali sagre autunnali per scoprire tradizioni gastronomiche locali attraverso piatti tipici e specialità. Un'estate senza siccità - sottolinea la Coldiretti -, che rappresenta un'inversione di tendenza rispetto all'ultimo decennio, ha infatti creato le condizioni favorevoli alla raccolta di funghi e tartufi che si prevede "abbondante e di buona qualita"' e a prezzi "abbordabili".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecoturismo, turismo sostenibile, turismo responsabile, agriturismi, biohotel, ecovillaggi, vacanze sostenibili, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons