James Dyson vuole ripulire i fiumi con la stessa tecnologia che ha reso famosi i suoi aspirapolvere

 

 

James Dyson vuole ripulire i fiumi con la stessa tecnologia che ha reso famosi i suoi aspirapolvere

James Dyson è l'inventore di quella che oggi è uno degli aspirapolvere più venduti al mondo e che ha rivoluzionato il mercato globale di questi elettrodomestici.
In particolare perché nel 1983 inventò il primo aspirapolvere al mondo senza sacchetto brevettando anche quella che è conosciuta come tecnologia ciclonica grazie alla quale, solo per mezzo delle forze centrifughe, si può separare lo sporco anche più piccole (come la polvere, appunto) dall'aria.
Orbene, ora James Dyson si è prefisso di utilizzare la stessa tecnologia, in chiave ovviamente più grande e appropriata, per ripulire i fiumi.
La sua idea prende il nome M.V. Recyclone ed è essenzialmente una chiatta fluviale a cui verrebbe agganciata una rete che raccoglierebbe i rifiuti in superficie e li passerebbe a dei trituratori che li sminuzzerebbero separandoli dall'acqua.
Raccontato in questo modo il progetto appare molto semplice, ma così non è affatto perché lo stesso Dyson ammette che resta ancora da capire come evitare di danneggiare tutta la vita acquatica (fauna e flora) che potrebbe essere impropriamente aspirata insieme con la spazzatura.
Fino a quel giorno, dunque, ci sarà solo un modo per mantenere i fiumi i più puliti possibile: utilizzare i tradizionali cestini dei rifiuti.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ripulire fiumi rifiuti, M.V. Recyclone, James Dyson, pulizia fiumi, rimuovere rifiuti dai fiumi

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons