Inventata una batteria per auto elettriche che incrementa l'autonomia del 35%

 

 

Inventata una batteria per auto elettriche che incrementa l'autonomia del 35%

La Axeon, una società britannica, ha guidato con successo un consorzio che ha sviluppato una nuova batteria in grado di aumentare la percorrenza dei veicoli elettrici del 35%, quanto basta per far percorrere a una Chevrolet Volt quasi 90 chilometri (invece di 65) prima di far entrare in funzione il generatore del motore termico.
Certo, visto in valore assoluto, questo risultato potrebbe apparire modesto, ma se pensiamo a quanta gente percorre quella distanza ogni giorno per andare al lavoro si capisce l'importanza di questo progresso tecnologico.
La batteria della Axeon fa uso di celle a base di Manganese Nichel Cobalto (NCM) che occupano il 50% in meno di volume e hanno un peso inferiore del 30% rispetto alle sorelle agli ioni di litio.
Ciò significa che la nuova tecnologia consentirà un aumento dell'abitabilità del veicolo, una migliore distribuzione dei pesi e, ovviamente, più autonomia, tutti aspetti che contribuiranno a diffondere nei prossimi anni le auto elettriche.
Lawrence Berns, Amministratore Delegato di Axeon, così dice: "Questa nuova batteria rappresenta un vero passo in avanti nello sviluppo della mobilità elettrica perché, oltre ad essere estremamente versatile, è adatta alle tante richieste dei produttori di veicoli elettrici" .
L'altra buona notizia è che, molto presto, questa nuova batteria entrerà in produzione.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: batteria auto elettrica, Manganese Nichel Cobalto, Axeon, autonomia veicoli elettrici, automobili elettriche

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons