Incredibile: e se l'auto del futuro andasse a... pipì?

 

 

Incredibile: e se l'auto del futuro andasse a... pipì?

Strano ma vero: la ricercatrice Gerardine Botte della Ohio University è riuscita a trovare un sistema per estrarre idrogeno dall'urina attraverso un catalizzatore che, mediante un semplice processo di elettrolisi, riesce a spezzare la molecola di urea composta da quattro atomi di idrogeno.
Questo procedimento offre diversi vantaggi: innanzitutto è molto semplice ed efficiente in quanto per l'elettrolisi si fa uso di un elettrodo di nichel a cui viene collegato una tensione elettrica di appena 0,37 volt in grado di spezzare la molecola.
Secondariamente il processo si è dimostrato anche molto economico e pratico in quanto gli elettrolizzatori sono gli stessi già disponibili per altri usi e questo elimina la necessità di nuovi investimenti per la produzione di nuove apparecchiature.
Non solo: vista la quantità di pipì che gli esseri viventi producono ogni giorno in tutto il mondo si potrebbe davvero dire addio al caro petrolio...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: mobilità sostenibile, auto elettriche, biciclette elettriche, auto ibride, emissioni zero, biocarburanti, batterie litio

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons