In Scozia pronti a sfruttare l'energia delle onde con la più grande farm del mondo

 

 

In Scozia pronti a sfruttare l'energia delle onde con la più grande farm del mondo

In Scozia tutto sembra essere pronto per avviare la costruzione della più grande centrale elettrica del mondo che sfrutta la forza delle onde e del moto ondoso.
Il progetto sarà sviluppato dalla Aquamarine Power al largo della cittadina di Lewis (sulla costa nord-ovest del Paese) e prevede 50 dispositivi denominati Oyster con cui si produrranno 40 MW di energia elettrica assolutamente pulita, ovvero abbastanza per alimentare 30.000 abitazioni ogni anno.
Quello dello sfruttamento del moto ondoso è considerato, a tutti gli effetti, da molti il fratello povero dell'energia solare o di quella eolica vuoi perché il progresso tecnologico è decisamente più basso, vuoi perché proprio per questo gap tecnologico l'efficienza energetica con le onde non ha ancora raggiunto livelli interessanti.
Ma in tanti dimenticano un fattore importante: sfruttare il moto ondoso significa anche poter produrre costantemente energia elettrica tanto di giorno che di notte, con vento oppure senza.
E da questo punto di vista la Scozia è il luogo ideale per utilizzare questa forma di energia rinnovabile: le acque dell'Atlantico sono, infatti, sempre molto agitate e per questo offrono un potenziale energetico davvero molto elevato.
Ad ogni buon conto, se tutto va come da programma la nuova centrale dovrebbe essere operativa entro il 2018.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: energia onde, energia moto ondoso, farm produzione energia onde, farm Scozia energia onde, energie rinnovabili

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons