In Francia se vai al lavoro in bici ti pagano 25 centesimi a chilometro

 

 

In Francia se vai al lavoro in bici ti pagano 25 centesimi a chilometro

Esiste un modo per invogliare i cittadini all'uso della bicicletta anzichè dell'automobile per andare al lavoro?
Sì, almeno secondo Frédéric Cuvillier, Ministro dei Trasporti francese, che ha annunciato un piano per la ciclabilità grazie al quale intende far aumentare il numero di francesi che utilizzano la bicicletta per i loro spostamenti quotidiani e che prevede un incentivo di 25 centesimi di euro al chilometro per il tragitto casa-lavoro.
Ma quello del bonus economico è solo uno dei punti del programma che è articolato su 25 punti concreti con particolare attenzione alla sicurezza e alla circolazione più efficiente.
Tra questi, ad esempio, c'è quella di sollevare i ciclisti dall'obbligo di procedere sempre sul margine destro della carreggiata che spesso nasconde molte insidie per il ciclista come tombini, buche e ostacoli di ogni tipo, per dire poi che l'asfalto è più sporco e non parlare delle portiere delle auto parcheggiate che si aprono all'improvviso.
Altre interessanti misure del piano sono poi quelle di autorizzare i ciclisti, ove ve ne siamo le condizioni di sicurezza, alla svolta a destra in caso di semaforo rosso o di attraversare la linea continua della carreggiata per superare in sicurezza un ciclista.
Giro di vite, invece, per chi parcheggia l'automobile sulle piste ciclabili: la contravvenzione passerà da 35 a 135 euro.
Il piano di Cuvillier prevede anche la creazione di parcheggi sicuri in prossimità di tutte le principali stazioni ferroviarie, così come all'interno delle aziende che hanno posti auto per i dipendenti.
Per questo motivo il Ministro ha invitato le grandi aziende francesi ad aderire al suo piano attivando politiche interne volte a stimolare l'uso della bicicletta.
Ma l'invito non è un semplice atto formale perché Cuvillier, come abbiamo detto, ha annunciato la sperimentazione di un'indennità chilometrica per un gruppo di lavoratori volontari che rinunceranno all'uso dell'automobile per raggiungere il posto di lavoro.
Il bonus è stato stabilito nell'ordine dei 25 centesimi di euro per chilometro percorso e l'Agenzia Francese per l'Ambiente e la Gestione dell'Energia ha stimato una spesa di circa 110 milioni di euro per il progetto, con un saldo costi-benefici ampiamente positivo considerando le ricadute positive sulla salute e sulla produttività.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: incentivi uso bicicletta, incentivi bicicletta, piano incentivi uso bici, uso bici piccoli spostamenti città

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons