In Cina dalla rete internet sparisce un documentario-verità sull'inquinamento del Paese asiatico

 

 

In Cina dalla rete internet sparisce un documentario-verità sull'inquinamento del Paese asiatico

In Cina lo smog è un problema? Ma figuriamoci! O almeno così vorrebbero far credere ai propri cittadini le autorità della Repubblica Popolare che, molto "furbescamente" (si fa per dire, ovviamente) hanno rimosso dalla rete internet locale Under The Dome un documentario di quasi due ore realizzato dalla giornalista Chai Jing che racconta i gravi problemi del Paese legati all'inquinamento e critica apertamente le leggi ambientali dello Stato asiatico definite troppo permissive e racconta i costi sociali e sanitari dello smog.
A battere la notizia la britannica BBC che precisa anche che il video, prima che venisse censurato, in meno di 48 ore ha fatto registrare sui principali siti cinesi oltre cento milioni di visualizzazioni.
Esilaranti sia il commento del premier cinese Li Keqiang che ha definito l'inquinamento una piaga nella vita delle persone e promesso che il governo lo combatterà con tutte le forze, sia quello del nuovo ministro dell'Ambiente, Chen Jining, che dal canto suo ha lodato Under The Dome, sottolineando che questo film "deve incoraggiare gli sforzi compiuti da cittadini per migliorare la qualità dell'aria".
Poi però meglio mettere tutto a tacere e nascondere le verità.

Guarda il video





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: censura governo cinese documentario inquinamento Cina, censura Under the Dome, documentario inquinamento Cina rimosso da governo cinese

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons