Il patrimonio artistico italiano minacciato da inquinamento, frane e alluvioni

 

 

Il patrimonio artistico italiano minacciato da inquinamento, frane e alluvioni

Davvero preoccupanti i dati diffusi dall'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e dall'Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR) secondo cui il patrimonio artistico italiano sarebbe soggetto a degrado a causa dell'inquinamento atmosferico, ma anche a rischio di frane o alluvioni.
In particolare lo studio sostiene che siano ben 3.660 i monumenti minacciati dallo smog cittadino, 14mila quelli esposti a rischio frane e 28.483 ad alluvioni.
Negli ultimi decenni, il degrado dei monumenti esposti all'aperto ha subito un'accelerazione e, in generale, è stato registrato un incremento della velocità con cui alcuni processi, coinvolti nel degrado, evolvono nel tempo, primi fra tutti lo smog il cui impatto sui materiali costitutivi dei monumenti è ingente ed irreversibile a causa della mancanza di processi di autorigenerazione che sono invece presenti negli esseri viventi.
Per ora sono in salvo, almeno in Italia, solo le opere d'arte esposte all'interno dei musei.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: patrimonio artistico italiano minacciato da smog, frane, alluvioni, pericoli salvaguardia monumenti italiani, danni smog su monumenti

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons