Il futuro di Kodak, dai rullini fotografici alle celle solari in pellicola

 

 

Il futuro di Kodak, dai rullini fotografici alle celle solari in pellicola

Lo abbiamo letto e sentito riportare da tutti i media internazionali: complice il rapidissimo avvento della fotografia digitale che ha ucciso la pellicola fotografica, Kodak proprio nei giorni scorsi ha presentato istanza di fallimento.

Ciò nonostante l'azienda non si dà per vinta e anzi ha già annunciato un progetto che utilizzerebbe i processi produttivi esistenti per la fabbricazione di pellicole solari ultrasottili.

Avete letto bene: grazie alla tecnologia Natcore Kodak sta lavorando per sviluppare e produrre celle solari in pellicola fatti di nano tubi che, a detta dei tecnici, possono competere in termini di efficienza con le attuali celle al silicio.

È vero che queste ultime, almeno per il momento, offrono le migliori prestazioni, ma è anche vero che, se i signori della Kodak riusciranno a capovolgere la situazione, l'azienda potrebbe trovarsi con due vantaggi in più rispetto alla concorrenza: costi industriali bassi e grande know-how.

Kodak potrebbe, infatti, utilizzare tutta la sua collaudata struttura produttiva utilizzata per la pellicola fotografica riducendo potenzialmente della metà tutti i costi.

Con ogni probabilità si tratterà di una sfida impegnativa che passerà anche attraverso i tribunali, ma noi, un po' romanticamente, ci auguriamo che Kodak riesca a superare questa difficilissima situazione.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: celle solari pieghevoli, tecnologia Natcore, pellicola solare Kodak

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons