Il concime ecologico e naturale si ricava con le ossa dei maiali

 

 

Il concime ecologico e naturale si ricava con le ossa dei maiali

In Ungheria i ricercatori del progetto Refertil finanziato dalla Commissione Europea stanno sviluppando un concime organico utilizzando le ossa di maiale.
Il procedimento per ottenere questo concime naturale avviene mediante la carbonizzazione a circa 600° C delle ossa, in un ambiente ermeticamente sigillato e privo di ossigeno, in modo da evitare qualsivoglia emissione di gas nell'atmosfera.
Il prodotto ottenuto, chiamato Biochar, è particolarmente ricco di minerali e, secondo gli scienziati impegnati, a differenza di quelli chimici questo concime è privo di metalli pesanti e idrocarburi e per queste caratteristiche potrebbe aiutare a ripristinare l'equilibrio naturale del suolo.
I ricercatori stanno ora cercando di capire come il Biochar possa venir impiagato per ottenere raccolti di buona qualità e, al momento, i risultati sembrano incoraggianti
Il passaggio successivo sarà poi di portare il prodotto sul mercato.
Ad ogni buon conto gli scienziati ritengono che il nuovo prodotto può essere un buon candidato come concime naturale, da usare da solo o in abbinamento ad altri fertilizzanti.
Ovviamente sempre che il suo prezzo sia ragionevole.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: concime ossa maiali, Biochar, Refertil, concime organico, concime naturale, riciclare ossa maiali

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons