Il concerto e' piu' ecologico si fa a casa

 

 

Il concerto e' piu' ecologico si fa a casa

È la nuova tendenza che si sta sviluppando negli stati Uniti. Si tratta degli House Concert, veri e propri concerti live organizzati in abitazioni private che permette di risparmiare tonnellate di anidride carbolica prodotte dai mezzi per trasportare il materiale dei concerti e dalle automobili degli spettatori e non solo: basti pensare alla mole di rifiuti che vengono prodotti. è sicuramente un modo originale e più raccolto per far conoscere il proprio talento oltre a costare poco sia dal punto di vista economico sia ambientale. Questa moda partita dagli USA si sta diffondendo anche in Europa e in Italia. Come funziona? In sostanza, il proprietario mette a disposizione il giardino, la mansarda o semplicemente il salotto, impegnandosi a invitare gli ospiti e preparare un aperitivo. Il pubblico, composto di poche decine di persone selezionate con inviti riservati, versa un contributo spese per l'organizzazione e il musicista. Comunque il mondo della musica ha dimostrato più volte di essere vicino ai problemi del pianeta, come recentemente hanno dimostrato anche grandi artisti come Pino Daniele con l'Earth Day o Ligabue che in occasione del tour Ligabue Stadi 2010, rinnova l'adesione al progetto Impatto Zero di LifeGate.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons