Il clima condiziona anche i pesci

 

 

Il clima condiziona anche i pesci

I cambiamenti climatici, si sa, stanno provocando stravolgimenti nell'ecosistema dell'intero pianeta, per questo non sconvolge più di tanto la notizia che anche la crescita dei pesci che vivono in mare è condizionata dal riscaldamento delle acque. Sono stati gli scienziati dell'organizzazione per la ricerca del Commonwealth a realizzare un'indagine sullo sviluppo delle specie ittiche, in particolare sono finiti sotto esame 600 esemplari di pesci con età compresa tra i 4 e i 128 anni. I biologi marini si sono soffermati ad analizzare gli otoliti, piccole ossa interne dell'orecchio formate da anelli di crescita: maggiore è lo spazio tra un anello e l'altro e più veloce è stata la crescita del pesce. Il risultato di questa ricerca dimostra che le specie che vivono vicino alla superficie si sviluppano 20-30% più velocemente rispetto a 50 anni fa e questo mutamento è sicuramente stato provocato dal riscaldamento climatico. Oltre al differente sviluppo delle specie marine, va sottolineato che sono notevolmente variati anche i comportamenti di numerosi animali marini. Le meduse e alcune specie prettamente tropicali sono migrati dagli oceani ai mari, arrivando fino al Mediterraneo, il plancton si è "trasformato", gli organismi con guscio calcareo sono diminuiti, le tartarughe marine hanno subito un'alterazione tra i sessi, mentre i coralli stanno gradualmente perdendo il loro caratteristico colore.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons