Il bracciale che purifica l'aria circostante: sogno o realtà?

 

 

Il bracciale che purifica l'aria circostante: sogno o realtà?

Certo, sarebbe davvero bello se potessimo purificare l'aria che respiriamo senza grandi e ingombranti macchinari, ma semplicemente indossando al nostro polso un comodo braccialetto…
Scienza o fantascienza, l'idea è venuta a un giovane studente russo, Alexandr Kostin, che ha progettato Hand Tree una sorta di bracciale che incorpora un piccolo filtro che purifica l'aria.
Costruito in materiale bioplastico, il dispositivo è alimentato da batterie ricaricabili e ha anche un grande display touch screen con tecnologia OLED (ovvero che produce luce propria) grazie al quale si possono scegliere le modalità di funzionamento come, ad esempio, dirigere l'aria purificata verso sé stessi oppure nell'ambiente circostante.
Non solo: il logo sul display cambia colore a seconda della condizione del filtro, mentre una luce informa sul livello di inquinamento circostante.
In più, per i più esigenti c'è anche la possibilità di dotare l'Hand Tree con una ricarica di profumo.
Concreata e reale che possa essere questa idea in particolare per quanto riguarda lo smaltimento dei filtri e delle batterie, vero è anche che si tratta di un altro innovativo strumento che può, nel suo piccolo, contribuire a migliorare la qualità dell'aria e a diffondere in modo ancor più pressante e massiccio il concetto di cura e salvaguardia dell'ambiente che sono le uniche vere soluzioni al problema dell'inquinamento.
Qualcuno comunque crede nelle sue capacità visto che l'Hand Tree è arrivato nella semifinale dell'Electrolux Design Lab 2013.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: bracciale purificare aria, Hand Tree, purificare aria, Electrolux Design Lab

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons