I pannelli solari organici

 

 

I pannelli solari organici

La nuova frontiera nella ricerca dei pannelli solari è un'invenzione a marchio italiano e arriva direttamente dall'Università romana di Tor Vergata. Le celle di questi pannelli solari sono ricoperte di polimeri a base di antocianine, i pigmenti naturali che conferiscono il colore rosso a more e mirtilli. La miscela dei materiali organici inseriti nei pannelli hanno la particolarità di riuscire a sfruttare l'energia del Sole, in un processo che ricorda la fotosintesi clorofilliana delle piante, però senza rilascio di anidride carbonica. Rispetto ai pannelli di vecchia generazione, costruiti con silicio, quelli organici hanno il grande vantaggio di essere stremamente adattabili, più economici e meno inquinanti. Buona anche la capacità di trasformare la luce solare in energia: in media il 10% dei raggi solari diventa energia, circa 4 punti percentuali in più rispetto a quella prodotta dai pannelli tradizionali.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons