Grazie alle nanotecnologie depurare l'acqua diventa facile e sicuro

 

 

Grazie alle nanotecnologie depurare l'acqua diventa facile e sicuro

Secondo lo studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications, un team di ricercatori internazionali messo a punto uno speciale filtro in nanotubi di carbonio che consente la purificazione dell'acqua sia dagli agenti inquinanti, sia addirittura dal sale nel caso si tratti di acqua salmastra.
Tra l'altro il filtro ha dimensioni davvero contenute tali da poter applicarlo comodamente ad esempio in una normale teiera, caratteristica questa che lo rende più comodo perché portatile e più conveniente di un impianto di depurazione tradizionale che, oltretutto, richiede anche una notevole quantità di energia.
Questo filtro, invece, funziona con semplici batterie ricaricabili così anche le persone nei Paesi in via di sviluppo che non hanno accesso diretto alla rete elettrica potrebbero vedere almeno risolto il problema dell'acqua potabile (si parla di qualcosa come 780 milioni di persone!).
Ma non finisce qui: ora che gli scienziati hanno dimostrato che il loro dispositivo è efficace, stanno già sperimentando altri nanomateriali nella speranza di potenziare ulteriormente il loro stupefacente filtro.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: acqua potabile, purificare acqua, filtro acqua potabile, accesso risorse idriche, acqua

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons