Goldman Environmental 2015, ecco i sei ambientalisti che si sono aggiudicati il riconoscimento

 

 

Goldman Environmental 2015, ecco i sei ambientalisti che si sono aggiudicati il riconoscimento

Lui si chiama Howard Wood, classe 1954, ed è il vincitore europeo della XXV edizione del Goldman Environmental Prize, il più importante premio per gli attivisti ambientalisti, quello che viene considerato come il "premio Nobel" per l'ecologia e che premia ogni anno i sei attivisti che si sono maggiormente distinti per proteggere l'ambiente nelle sei regioni più popolate del mondo.
Grazie al suo impegno, dopo anni di intense campagne con e per la sua comunità, Wood è riuscito a creare al largo dell'isola di Arran, un'area marina protetta, la prima in Scozia.
Tra gli altri cinque vincitori, il premio è stato assegnato:
- per l'Asia, a Myint Zaw, giornalista birmano che, grazie al suo lavoro, nonostante un pesante controllo e una possibilità limitata della comunicazione, è riuscito a fermare la costruzione della diga di Myitsone sul fiume Irrawaddy, tesoro del Myanmar;
- per l'Africa a Phyllis Omido una giovane donna che, dopo aver scoperto che il proprio latte materno, contaminato dal piombo, avvelenava il suo bambino e che non era l'unico caso, ha mobilitato la comunità di Mombasa (in Kenya) per far chiudere la fonderia che esponeva gli abitanti alle inalazioni di pericolosi prodotti chimici;
- per le isole e le nazioni insulari, a Jean Wiener che ha guidato gli sforzi della comunità per istituire le prime aree marine protette di Haiti mostrando agli abitanti l'importanza di una gestione sostenibile della pesca e delle Mangrovie;
- per il Nord-America, a Marilyn Baptiste che ha evitato la costruzione, nella regione della British Columbia (in Canada), di una miniera d'oro e di rame che avrebbe distrutto la Fish Lake, fonte di identità spirituale e sostentamento;
- per il Sud-Centro America, a Berta Cáceres che, in Honduras, con l'aiuto degli indigeni Lenca è riuscita ad impedire la costruzione della diga Agua Zarca sul fiume Gualcarque.
I vincitori del Goldman Environmental Prize, oltre a un premio di 175 mila dollari, riceveranno una scultura in bronzo chiamata Ouroboros che raffigura un serpente che si morde la coda, simbolo del potere di rinnovamento della natura.

Guarda il video





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: Goldman Environmental 2015, Howard Wood, Marilyn Baptiste, Myint Zaw, Phyllis Omido, Jean Wiener, Berta Cáceres

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons