General Motors sceglie l'India per il lancio della Chevrolet Beat EV

 

 

General Motors sceglie l'India per il lancio della Chevrolet Beat EV

General Motors è uno dei gruppi automobilistici più fortemente impegnati sul fronte della mobilità sostenibile.
Nel listino del marchio Chevrolet, ad esempio, già ora si trova un'ampia gamma di auto alimentate con carburanti alternativi come metano e GPL, ma molteplici sono anche gli sforzi condotti dalla casa automobilistica americana sul fronte della mobilità elettrica sia come soluzione concreta ai problemi di inquinamento, sia per quanto riguarda la diffusione di questi veicoli che, al momento, hanno nel prezzo elevato il loro più grande ostacolo.
Non a caso, dunque, General Motors ha scelto l'India per presentare e lanciare la piccola Chevrolet Beat EV, un modello di auto elettrica di derivazione dalla Spark.
Il Paese asiatico rappresenta, infatti, il miglior banco di prova per testare la tecnologia delle batterie elettriche e per aiutare a identificare i modi per rendere questa tecnologia più accessibile.
Dal punto di vista delle prestazioni e delle caratteristiche la Chevrolet Beat EV è alimentata da una batteria agli ioni di litio che sviluppa una potenza di circa 20 kWh e che permette alla vettura di percorrere circa 130 chilometri in normali condizioni di guida.
La batteria (che si ricarica in otto ore circa con una normale presa elettrica da 240V) è raffreddata a liquido e questo permette all'auto di operare in condizioni climatiche estreme che vanno dai - 20 ai +45 gradi centigradi.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: auto elettriche, emissioni zero, Chevrolet Beat EV, Spark, General Motors, mobilità sostenibile, batteria litio

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons