Fronte comune di alcune multinazionali a favore della tigre di Sumatra oramai in via di estinzione a causa del disboscamento selvaggio

 

 

Fronte comune di alcune multinazionali a favore della tigre di Sumatra oramai in via di estinzione a causa del disboscamento selvaggio

Dopo Adidas, Kraft, Nestlé e Unilever, altre due multinazionali, precisamente Danone e Xerox, hanno annunciato che boicotteranno l'Asia Pulp and Paper, l'azienda cartaria con sede a Singapore che da diversi anni è accusata del disboscamento illegale dell'Indonesia, un'attività condotta in modo scellerato che sta compromettendo l'habitat di alcune specie animali oramai in via d'estinzione tra cui la rara e bellissima Tigre di Sumatra.
Qualcuno ricorderà la stravagante iniziativa di Greenpeace dell'anno passato quando, sul banco degli imputati, ci finì la regina delle bambole, la Barbie (leggi qui).
Nonostante la protesta, tutto è rimasto sostanzialmente invariato almeno fino a poco tempo fa quando alcuni importanti marchi commerciali hanno cominciato a prendere una posizione ferma e decisa nei confronti del problema e dell'azienda che lo sta provocando.
Forse in questo modo, una volta che vedranno letteralmente crollare gli ordinativi della loro carta, quelli della APP si decideranno una volta per tutte a smettere con questo turpe e stupido disboscamento che sta provocando la fine di tante specie animali.
Diversamente ci viene da pensare che saranno loro ad estinguersi...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: estinzione Tigre di Sumatra, specie animali protette, disboscamento Indonesia, Asia Pulp and Paper

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons