Efflux la turbina eolica integrata nei tralicci della luce

 

 

Efflux la turbina eolica integrata nei tralicci della luce

Ecco un modo geniale di pensare all'energia eolica: trovare un sistema per integrare gli impianti di produzione in qualcosa che è già esistente e non deturpa (più di tanto) il paesaggio.
Deve essere stato questo il pensiero di chi ha ideato Efflux ovvero un traliccio dell'alta tensione alla cui sommità è stata posta una turbina eolica.
I vantaggi sembrano essere davvero interessanti: innanzi tutto perché l'impianto di produzione è direttamente collegato alla rete elettrica.
Questo significa che l'energia prodotta viene immessa immediatamente in rete, dunque, senza dispersioni e migliorando al tempo stesso la distribuzione dell'energia stessa annullando, di fatto, i cali di tensione dovuti ai picchi di consumo.
Poi perché questi Efflux, al cui interno vengono alloggiati i generatori, sono ovviamente più stabili e resistenti (nel tempo e ai fenomeni atmosferici, anche quelli più intensi) dei normali tralicci dell'alta tensione, a beneficio di un minor costo di manutenzione della rete di trasporto dell'elettricità.
La struttura che è stata data all'Efflux, infatti, ricorda quello di un albero non certo per un fattore estetico e paesaggistico, ma perché questo particolare design, a detta dei progettisti, oltre a conferire maggiore robustezza all'intera struttura, permette una perfetta circolazione dell'aria, dunque una migliore efficienza in fatto di produzione di energia.
Da dove proviene l'idea? Ovviamente dalla verde Germania, ja!





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: energia eolica, turbine eoliche tralicci luce, Efflux, energie rinnovabili

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons