Ecosistema: smog e caldo stanno uccidendo i nostri boschi

 

 

Ecosistema: smog e caldo stanno uccidendo i nostri boschi

Secondo lo studio Life+Futmon, co-finanziato dalla commissione UE e che ha l'obiettivo di creare una rete di monitoraggio a lungo termine sullo stato di salute delle foreste europee, nei boschi italiani ogni anno vanno perse oltre il 30% delle foglie, mentre i colori si sbiadiscono di quasi il 10%.

I segnali di allarme riguardano il 35% degli ecosistemi forestali colpiti da agenti biotici, cioè minacce principalmente riconducibili ai cambiamenti climatici e all'inquinamento atmosferico.

Fattori del degrado degli ecosistemi forestali sono soprattutto smog (derivante dalla combustione dei motori a scoppio e dalle attività industriali che ricade sul suolo con le precipitazioni modificando le caratteristiche del terreno) e l'ozono che diventa altamente nocivo, insieme al pulviscolo atmosferico, durante le calde giornate estive, provocando notevoli danni e colpendo le specie più sensibili.

Nel nostro Paese - in base ai recenti dati dell'Inventario Nazionale delle Foreste e dei Serbatoi di Carbonio - ci sono circa 12 miliardi di alberi distribuiti su 10,5 milioni di ettari di superficie, per un volume di 1,2 miliardi di metri cubi di legno e una biomassa di oltre 870 milioni di tonnellate. Numeri che consentono di stoccare in questi serbatoi naturali circa 435 milioni di tonnellate di carbonio, per un risparmio economico di emissioni di gas serra pari a un miliardo di euro, rispetto agli impegni del protocollo di Kyoto, un patrimonio che vale la pena di tutelare anche per la nostra salute.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons