Ecco la rete da pesca che risparmia i pesci piu' piccoli salvaguardando la specie

 

 

Ecco la rete da pesca che risparmia i pesci piu' piccoli salvaguardando la specie

Dan Watson è un giovane studente del Royal College of Arts di Londra che ha sviluppato una rete da pesca "intelligente" in quanto è dotata di appositi fori dal diametro variabile attraverso i quali i pesci più piccoli e non ancora del tutto sviluppati possono trovare la fuga e venire così risparmiati.
Non solo: per facilitare questa operazione, i fori sono dotati anche di lampade a led che si illuminano grazie alla forza cinetica sviluppata durante lo strascico e che servono appunto a richiamare i pesci mostrando loro la via d'uscita.
Secondo Watson, "L'obiettivo del sistema è quello di rendere la pesca commerciale più sostenibile grazie ad una significativa riduzione del numero di pesci non maturi o fuori target catturati durante la pesca a strascico".
Con questa sua invenzione che Watson ha chiamato SafetyNet, il giovane studente inglese si è aggiudicato il primo posto del James Dyson Award 2012 e ha ottenuto anche il premio di 10 mila sterline coi quali ha avviato l'impresa che produrrà e commercializzerà questa intelligente rete da pesca.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: pesca intensiva sostenibile, pesca strascico sostenibile, pesca sostenibile, James Dyson Award

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons